bootstrap template

Arre di intervento

News

07 ottobre 2020

Mobirise

“Le vie dell’acqua, le vie del vino, le vie dell’olio e le vie religiose”, 



Si è svolto il 7 ottobre 2020, nel Comune di Fiuggi, il primo di una lunga serie di
incontri dedicati al progetto “Le vie dell’acqua, le vie del vino, le vie dell’olio e le vie religiose”, proposta di rilancio territoriale promossa dall’Associazione NOI rappresentata dal dott. Roberto Marta.


“L’idea - come ha spiegato il dott. Salvo Gattuso Senior Project Manager che ha sviluppato e ideato il progetto per conto dell’Associazione NOI - è quella di recepire le esigenze del territorio a Sud di Roma per poter creare un sistema in grado di garantire occupabilità ed il pieno sviluppo dell’iniziativa imprenditoriale”.

Attraverso la creazione di percorsi turistici tematici (acqua, vino, olio e religione), si punta a dare nuovo impulso al tessuto produttivo dei Comuni che sono stati individuati in questa prima fase progettuale: San Vito Romano (Rm), Genazzano (Rm), Olevano Romano (Rm), Serrone (Fr) e Fiuggi (Fr). 

Seduti al tavolo per discutere del progetto, il vicesindaco e assessore con delega alla Cultura del Comune di Fiuggi Marilena Tucciarelli, il Sindaco di San Vito Romano Maurizio Pasquali ed il Sindaco di Serrone Giancarlo Proietto che sono intervenuti mostrando interesse per l’iniziativa che prevede il coinvolgimento di importanti fondi di investimento privati, gruppi bancari e associazioni di Start Up.  

“Le vie dell’acqua, le vie del vino, le vie dell’olio e le vie religiose si pongono dunque l’obiettivo di dare una risposta reale e immediata ad un territorio addormentato ma ricco di potenzialità, attraverso importanti investimenti che saranno erogati sul territorio per poter favorire la nascita imprenditoriale di nuove realtà ma anche per poter far fare il “salto di qualità” a tante imprese esistenti attraverso l’affiancamento a realtà corporate pienamente sviluppate” ha proseguito il dott. Gattuso. 

Il progetto, essendo stato accolto con favore dai rappresentanti istituzionali, è già destinato ad un primo importante sviluppo: la partecipazione dell’associazione “Latium” costituita da 22 Comuni dell’Alta Ciociaria il cui obiettivo è quello di mettere a sistema le realtà storiche e culturali locali.  

Nelle prossime riunioni saranno definite nel dettaglio le modalità in cui “Latium” potrà inserirsi nell’iniziativa “Le vie dell’acqua, le vie del vino, le vie dell’olio e le vie religiose”, ma intanto ci sono tutte le premesse per far sì che si avvii il più grande piano di rilancio economico - territoriale che i Comuni a Sud di Roma abbiano mai vissuto.